Christine si affaccia su Trieste nel 1983 in uno dei “salotti buoni” dell’epoca, la Galleria Tergesteo.

L’immagine raffinata del negozio ospita prodotti di alto livello rigorosamente in pelle. Dalle scarpe artigianali di Williams, Arfango, Rossi Moda, alle borse di Parma di Fabio, Guia’s e le borse americane indistruttibili Dooney & Dack, all’abbigliamento di Mario Valentino e Pucci di Firenze e molto altro.

Il negozio si sviluppa in piano e ciò crea un ambiente intimo dove le signore e i signori possono dedicarsi agli acquisti, consigliati dall’esperienza del titolare e valide collaboratrici.

Dopo qualche anno l’offerta si amplia e Christine propone abbigliamento di altissimo livello. Siamo negli anni ’90 e Ungaro, Valentino, YSL, Rena Lange, Filippo Alpi, Malo, Loro Piana, Christian Dior, Brooksfield, Gerani e tantissimi altri arricchiscono il mercato di capi Made in Italy di elevatissimo livello.

 

Nel 1993 la location si amplia e si sposta verso la Piazza della Borsa dove 7 vetrine espongono  in modo innovativo le proposte di Christine. Viene introdotto un corner di capi austriaci che Trieste recepisce benissimo proprio per la sua origine austro-ungarica.  Dopo un anno Christine diventea il più importante importatore italiano della Moser, ancora presente nel negozio..

Chrstine si sposta nel 2009, mantenedo sempre una posizione di centralità. Le offerte si modificano, e inizia una ricerca di marchi MADE IN ITALY, piccole aziende dove la qualità non viene mai trascurata. Quello che distingue questa piccola boutique a conduzione famigliare è la scelta delle proposte, senza omologazione, dove si possono trovare capi di uso quotidiano ma diversi dalle proposte dei grossi retail, dove l’accoglienza è un punto di forza e dove il buon gusto è un must have

DUE GENERAZIONI A CONFRONTO

Mio padre aprì CHRISTINE nel 1983, all’epoca avevo 12 anni, e seguirlo alle fiere di Milano, mi sembrava un’esperienza eccitante e unica. Attilio Baccara è sempre stato uno degli uomini più affascinanti ed eleganti di Trieste e in poco tempo le sue capacità e il suo buon gusto hanno trasformato Christine in uno dei negozi più belli della città.

Avere un capo di Christine era motivo di distinzione e tuttora le mie clienti conservano alcuni “pezzi speciali ” dai quali non si vogliono separare!

Ho lavorato con lui dai 20 ai 30 anni, poi ho fatto esperienze anche in altri retail, in Italia e all’estero. Ho imparato molto e poi sono riapprodata nel negozio di famiglia nel 2015.

Ora il negozio è passato a me, dove lavoro con grande armonia, affiancata dalla figura carismatica di mio padre e l’aiuto valido di Edda che lavora con noi da sempre!

Sono molto fiera nel dire che noi, a differenza di tanti negozi storici di Trieste, continueremo la nostra tradizione.

Christine si è trasformato, aggiornato, ma non ha perso mai la sua identità.

Il mio è un messaggio di autenticità, di rispetto per chi lavora, per chi crede che la qualità e il taglio di ciò che indossiamo facciano la differenza, per chi capisce quanto lavoro ci sia dietro alla produzione di un capo di qualità e di quanto il nostro impegno ad offrire sempre cose innovative sia il nostro punto focale.

Christine si è trasformato in un concept store, dove abbigliamento, accessori e piccole curiosità possono farti distinguere dagli altri.

Cristina Baccara

FILOSOFIA AZIENDALE

Per noi la moda è:

– valorizzare la vostra fisicità,

– accogliere il corpo in materiali di pregio che vi mettano a vostro agio,

– farvi sentire a casa in un ambiente familiare e raffinato, consigliavi con sincerità e professionalità,

– vivere un’esperienza sensoriale, che vi permetta di sentirvi unici e non omologati,

La moda per noi è tradizione